Gennaro Cannavacciuolo

Gennaro Cannavacciuolo

Gennaro Cannavacciuolo è un attore, cantante, cabarettista e fantasista italiano.

URL del sito web: http://www.gennarocannavacciuolo.com/

Blog-Viaggio-nei-Fori-Imperiali

Pubblicato in Blog

Meraviglioso dopo-cena ieri, originale, culturalmente stimolante, suggestivo ed anche commovente: un viaggio nel Foro di Cesare, accompagnato – oltreché dalla mia amata compagna di vita kiss - dai racconti e spiegazioni di Piero Angela, di ricostruzioni e filmati in 3D proiettati sulle stesse rovine ed elementi ambientali presenti nel Foro. Ho potuto così ripassare un pezzo della nostra ricchissima Storia antica, quella degli scavi, dei suoi tanti operai, del Tempio di Venere, della quotidianità della vita di allora, dei suoi plebei, funzionari, schiavi, militari, consoli, senatori, matrone, maestri e bambini…. Ecco prendere vita i cortei trionfali, la Curia (Senato), il viavai dei passanti e commercianti e, tra i colonnati, le antiche taberne, tra cui i nummulari, ma anche le aule scolastiche e persino le toilette pubbliche...

Una sensazione indescrivibile quella di trovarsi proiettati una ventina di secoli addietro e tuttavia sentirne la familiarità, come se tanti piccoli invisibili anelli di congiunzione valicassero il tempo e ci tenessero allacciati ad allora…

E mi sono anche posto l’eterna domanda: a cosa serve, oggi, studiare il greco e latino? Perché non concentrarsi solo ed esclusivamente sull’inglese, lo spagnolo od anche i cinese ad esempio? La riposta di chi ha fatto il classico è sempre la stessa: perché "aprono la mente": ma cosa significa?

Ebbene, penso che la Storia non sia solo una successione di date da ricordare e le lingue classiche ci portano alle radici della nostra espressione linguistica e quindi della nostra civiltà: il linguaggio, le sue strutture grammaticali e sintattiche, le sue espressioni, l’etimologia stessa delle parole, la fonetica ci forniscono quei fondamentali che favoriscono la sua conoscenza.

In questo momento di grande decadenza culturale, ecco un’iniziativa di ottima fattura a cui consiglio assolutamente di aderire e complimenti al Comune di Roma, alla Zetema, al grande Piero Angela, insomma, a tutti coloro che hanno favorito l’operazione: non è vero che Roma non ha più nulla da offrire; eccone un esempio lampante.

 

Per informazioni e prenotazioni

Piero Angela

Zetema

Leggi tutto...

Blog-è arrivato-l’estate!

Pubblicato in Blog

La luce del mattino ed il cinguettio degli uccelli, i colori vivaci delle aiuole fiorite, le risate dei bambini che salgono dai cortili, le fioriture dai profumi inebrianti, i zampilli rinfrescanti delle fontane, i gelati mille gusti, il brusio dei ristoranti all’aperto, il tepore serale, lo sciabordio rassicurante del mare calmo: l’estate è arrivato, ne sono felice. E se le notti di giugno potessero parlare, si vanterebbero di aver creato il romanticismo…

Amici è arrivata l’estate.

Godetevi questa splendida stagione, ogni anno piena di sensazioni ed emozioni irripetibili!

 

Nella profondità dell’inverno, ho imparato alla fine che dentro di me c’è un’estate invincibile. (Albert Camus)

 

Leggi tutto...

Blog–semplici-osservazioni-o-deliri-fantasiosi?

Pubblicato in Blog

Non vi capita mai di trovarvi in un tram, un autobus o un treno, di guardare le persone attorno a voi e di soffermarvi su qualcuno in particolare: ne osservate un dettaglio, la sua borsa ad esempio, o l’espressione del suo volto e, da lì, iniziate un lungo viaggio entrando nella sua vita. E’ come se penetraste nel suo mondo, ne indovinaste la sua quotidianità, le sue gioie e dolori, la sua routine, i suoi desideri, i suoi difetti, il suo carattere, il suo passato… A me capita sovente e spesso mi chiedo se succede anche a chi mi sta di fronte, mentre mi domando se si tratta di presunzione, di semplice fantasia o, forse, di un pizzico di follia…?? undecided

Ma per fortuna, ed incredibilmente, proprio ieri, rileggendo l’Inquietudine di Fernando Pessoa, ecco su cosa capito:

Un uomo sale su un tram e osserva i viaggiatori che gli siedono di fronte. In realtà li guarda senza distinguerli, perché gli interessano soltanto i «dettagli». Dunque si concentra in particolare su una ragazza, separando mentalmente il vestito che indossa «dalla stoffa di cui è fatto e dalla lavorazione che è stata necessaria a cucirlo». Lo colpisce «il ricamo leggero che orla il colletto», una linea verde scuro sul verde chiaro dell'abito, e subito «vede» la filanda dove la fibra di seta è stata ottenuta, le sezioni della fabbrica, le macchine, gli operai, le sarte, gli uffici, i contabili, i dirigenti. In un velocissimo flusso di percezioni, entra nelle case di quelle persone, in regioni lontane, e intuisce il significato delle esistenze di ognuno, gli amori, i segreti, il loro spirito. È un attimo. La testa gli gira. Scende dal tram esausto e sonnambulo. Ha «vissuto tutta la vita».

Genialità del grande scrittore portoghese, mentre sono pervaso, chiedo venia, da un sottile compiacimento…

Insomma, anche a voi accade tutto ciò?  E cosa ne pensate??

 

 

Leggi tutto...

blog-con-Nicola-Piovani in Rai

Pubblicato in Blog

Appena tornato dal Lussemburgo ed il gran piacere, nonché onore, di essere chiamato dal maestro Nicola Piovani a partecipare ad un nuovo straordinario progetto prodotto dalla RAI di via Asiago, sulla storia della canzone italiana.

Essere accompagnati al pianoforto dal maestro Piovani equivale a volare su una nuvola di piume..... garantito!!

Stayed tuned, coming soon.....

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS