fbpx

La principessa della Czardas

 

Gennaro Canavacciuolo, nel ruolo del Conte Boni Cancianu, bravissimo, dedica lo spettacolo a Lelio Luttazzi, morto il giorno della prima. È l' apertura del Festival dell' Operetta, una Principessa della csárdás scoppiettante, vivacissima, coloratissima.

Dino Villatico, La Repubblica

 

 

Gennaro Cannavacciuolo è senza rivali nel disegnare con movimenti, sguardi e furbesca gestualità il personaggio del Conte Boni Cancianu.

Sirlene Ancillotti, Udine Teatro

 

E poi c’è il trionfo di Gennaro Cannavacciuolo. Lo sapevamo bravo, ma qui l’artista partenopeo mostra davvero una marcia in più. Recita come solo quelli che hanno respirato accanto ai De Filippo sanno fare. Tratteggia un Conte Boni Cancianu dal profilo macchiettistico con una postura dinoccolata che richiama modelli mitici (Totò giovane e imbrillantinato.).

Sergio Cimarosti, Il Piccolo

Vai All'articolo

Ufficio Stampa

Manager Cinema e TV

Manager Teatro ed Eventi

(0 Voti)
Letto 918 volte

Altro in questa categoria:

« Rose Marie Scugnizza »

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.