Contrasti
Contrasti

Blog – sentimenti contrastanti

La Pasqua. Morte e resurrezione. Un ciclo inesorabile e continuo che scandisce a ripetizione la nostra intera esistenza dove vita e morte camminano a braccetto.

Sono tante le sensazioni contrastanti che mi hanno assalito durante questa Pasqua, seguita alla morte del caro Luigi de Filippo, a sua volte preceduta da quella di Fabrizio Frizzi, della mia amica Licia De Zombatelli e di Lello Abate.

La celebrazione della risurrezione avvenuta in una strana giornata di primavera, ancora umida dalle piogge, dal sole tiepido, in una chiesa gremita e rumorosa. Tanti volti: bambini, adulti, anziani, infermi, italiani, stranieri, mille storie diverse ed uniche…

E poi la visione dell’amata spiaggia estiva spazzata via dalla mareggiata, colma di detriti, di alberi e barche divelti dalla forza della natura sovrana.

Una certa melancolia mi assale, anche un’indefinita nostalgia, la speranza fiancheggia lo scoramento, gli interrogativi si alternano alle certezze, alla gratitudine segue un senso di straniamento, ricordi di varia natura tornano alla mente…

Ed osservo mio figlio, felice, pieno di energia, entusiasta di ogni cosa ed incurante del vento, accanto a mio suocero incurvato e più affaticato dell’anno precedente. Di fronte a lui l’immensità del mare, un divenire interminabile e cangiante; la spiaggia è umida, il sole lo accarezza. Disegna delle forme a terra, segue le orme del nonno ed è raggiante perché si sente amato ed ama la vita, incondizionatamente. Un forza spettacolare, da conservare, da tutelare, fino all’ultimo istante.

Quest’anno ho fatto pochi auguri e chiedo venia. Spero abbiate passato tutti una bella Pasqua, con i Vostri cari e che il sole, la Vita, riscaldi il Vostro cammino.

 

(0 Voti)
Letto 1086 volte
Etichettato sotto :

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.