fbpx

Bella Ciao

Pubblicato in Video

"Bella ciao" - per non dimenticare - con introduzione dei versi della canzone "C'est à l'aube" - tratto dalla spettacolo "Yves Montand - un Italien à Paris" . Video fatto in casa, durante il periodo del coronavirus... 25 aprile - giorno della Liberazione

C'est à l'aube
C'est à l'aube
Qu'on achève les blessés
Qu'on réveille les condamnés
Qui ne reviendront jamais
C'est à l'aube
C'est à l'aube
A l'heure triste où le jour point
Qu'on regarde son destin
Dans les yeux
A la croisée des chemins,
Les hommes crispent leurs poings
Pour l'adieu
C'est à l'aube
C'est à l'aube
De demain

C'est à l'aube
C'est à l'aube
Que se meurent les amours
Que l'on renie les "toujours"
Quand va se lever le jour
C'est à l'aube
C'est à l'aube
A l'heure triste où le jour point
Qu'on se blottit dans un coin
Malheureux
C'est l'heure où ma main
Cherche vainement ta main
D'homme heureux
C'est à l'aube
C'est à l'aube
De demain
Mais à l'aube
Mais à l'aube
Renaissent tous les espoirs
Et l'amour des grands départs
Vers les mondes de l'espoir
Mais à l'aube
Mais à l'aube
Au matin de nos destins
S'éveillent des lendemains
Merveilleux
Dans la gloire du matin
J'ai le monde dans ma main
Ah! mon Dieu
Car c'est l'aube
Car c'est l'aube
C'est demain!
Leggi tutto...

La lettera dell'emigrante

Pubblicato in Video

"La lettera dell’emigrante", ritrovata da Bruno Garofalo in un vecchio carteggio storico a Napoli ed inserita nello spettacolo “Novecento Napoletano”, prodotto da Immaginando Produzioni.

Canta Mirna Doris.

Leggi tutto...

Blog-Domenico Modugno

Pubblicato in Blog

Amici cari, 90 anni fa nasceva Domenico Modugno. Come molti di voi sapranno, ho conosciuto molto bene il grande cantautore il quale mi ha generosamente concesso di realizzare il mio recital “Volare – concerto a Domenico Modugno”: si tratta di un mio vero “cavallo di battaglia”, che ha superato 500 repliche e che ancora gode di ottima salute visto che sarà ancora in distribuzione nel 2018 e 2019.

Domenico Modugno, come tutti i grandi veri artisti, era una persona umile, generosa, giovale, profonda e leggera nello stesso tempo. All’epoca ero giovanissimo e molto emozionato, oltreché intimidito nell’allestire lo spettacolo assieme a lui: ma tutto funzionò a meraviglia, lui fu molto disponibile e venne alla prima, con Gina Lollobrigida. Anni dopo, la moglie, Franca, mi confidò che l’unica locandina appesa nel suo studio, e tutt’ora ivi presente, era quella del mio spettacolo che prediligeva particolarmente.

Modugno, assieme a Pupella Maggio e Eduardo de Filippo fu una guida importante per me e la mia carriera e sarò sempre grato al destino per questo meraviglioso incontro.

 

Scheda dello spettacolo Volare

Tournée Volare

Leggi tutto...

Blog–I love Alice I love–spettacolo consigliato

Pubblicato in Blog

Due donne dallo stesso nome, Alice, due amiche di vecchia data, due amanti, l’una buffa, timida ed impacciata, l’altra energetica ed impulsiva…. e la loro storia rocambolesca.

Un bello spettacolo quello di Ludovica Modugno e Paila Pavese al Teatro della Cometa, in scena sino a domenica 3 dicembre. Parliamo di due bravissime vere attrici che di teatro se ne intendono, visto che ambedue vantano una lunga e solida esperienza in teatro, al cinema ed in camera di doppiaggio.

In un alternarsi sottile di tenerezza e comicità, le due protagoniste narrano la loro storia d’amore omossessuale tardiva dove, alla fine, prevale il diritto di vivere, di amare rimanendo se stessi.

70 minuti che volano via, leggeri…. Consiglio.

 

Acquisto biglietti

Leggi tutto...

Volare - concerto a Domenico Modugno 2010-2020

Pubblicato in Teatro

Spettacolo Volare: ripresa 2010-2020 (debutto 1987 con Domenico Modugno). Recital con pianoforte, violoncello e sax-clarino contralto. 

Regia: Marco Mete; movimenti coreografici: Leda Lojodice

 Oltre 550 repliche dal 2010

Definito dalla critica “un autentico gioiello”, lo spettacolo dal titolo “Volare” è tutto dedicato a Domenico Modugno: un tuffo emozionante nella storia della grande canzone italiana.

Lo spettacolo nasce con la collaborazione di Domenico Modugno nel lontano 1988: dopo un mese di repliche, è poi rimasto “nel cassetto” sino al 2010 quando è stato ripreso in una versione arricchita, ma sempre secondo le indicazioni date a suo tempo dal grande cantautore.

Il recital di Gennaro Cannavacciuolo propone in una reinterpretazione personale le varie strade musicali percorse da Modugno.

Nella prima parte, via con le canzoni dialettali e macchiettistiche, da “O ccafè” a “La donna riccia”, da “La cicoria” e “U pisci spada”, alla più famosa “Io mammeta e tu”; fino ai monologhi teatrali e al suggestivo dialogo tra madre e figlio tratto dalla commedia musicale “Tommaso D’Amalfi” di Eduardo de Filippo, eseguito con l’apporto della voce registrata di Pupella Maggio che volle dare il suo contributo a questo spettacolo.

Nella seconda parte da atmosfera brechtiana, largo alle canzoni d’amore più famose lanciate da Modugno come “Vecchio frac”, “Tu si na cosa grande”, “Resta cu mme” e così via sino all’ormai inno nazionale “Nel blu dipinto di blu”, cantato e danzato a mo di Tip Tap alla maniera di Fred Astaire.

Uno spettacolo coinvolgente ed interattivo, applaudito dalla critica più esigente, che propone un alternarsi sottile di momenti comici e di alcuni più melanconici, di aspetti gioiosi e di suggestive evocazioni poetiche; uno spettacolo in cui Gennaro Cannavacciuolo miscela il pathos di Di Giacomo al realismo triste-ironico di Eduardo, approdando con successo ad una comicità teatral-musicale dai mille volti.

Recensioni

Tournée spettacolo

 

 

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS