Ritratto di Nicola Simbari
Ritratto di Nicola Simbari

Blog–Il Circeo di Anna Magnani

Sono stati versati fiumi di inchiostro su Anna Magnani, in primis sul suo immenso talento di attrice, sulle sue interpretazioni ineguagliate, sulla sua rara e profonda umanità, quasi palpabile attraverso lo schermo, sui suoi amori, sul suo carattere, sul suo unico figlio, sulla sua casa del Circeo tanto amata.

Una donna così “pubblica” Anna ed al contempo di indole così intima, forte e fragile.

Ho sempre amato ed immensamente stimato questa grande artista, così genuina seppur avvezza ad un’intensa vita mondana, per anni a fianco a tutto il gotha cine-televisivo internazionale degli anni d’oro del 50-60.

Vi lascio quindi immaginare la mia profonda emozione, nonché commozione, quando sono stato ospite una domenica di suo figlio Luca, presso la casa che Anna fece costruire al Circeo, tra il 1949 ed i 1951. Un autentico gioiello, tutt’ora intriso della sua presenza: un condensato di gusto, artisticità e semplicità. Una costruzione che dimostra tra l’altro l’intuito e la “modernità” della grande attrice che rilevò una semplice casupola accessibile allora solamente tramite una ripida mulattiera, sprovvista di acqua corrente e di elettricità, per poi trasformarla in una bellissima villa così armoniosamente integrata nella natura del noto promontorio.

Un luogo magico, perfettamente manutenuto da Luca - con sacrificio e dedizione - come lo aveva voluto Anna, per anni, dove ogni suo oggetto personale, ogni decorazione e modifica strutturale sono rimaste inalterate. I libri, i quadri, il mobilio, le maioliche, i suppellettili vari, le fotografie, i fiori, i ciottolami del bellissimo giardino e discesa al mare, tutto sembra aver cristallizzato un’epoca ormai scomparsa, dove lo stile, l’entusiasmo per la vita - tipico del secondo dopoguerra-, l’amore per la cultura ed una certa spensieratezza hanno caratterizzato il periodo della grande cinematografia italo-americana.

Anna è deceduta il 26 settembre del 1973, 45 anni fa, ed è seppellita proprio al Circeo. In questa ricorrenza di ieri, ho voluto dedicarle questo piccolo e modestissimo post, invitando i più giovani a documentarsi sulla grande attrice romana, coltivandone la memoria, apprezzandone l’umiltà tipica dei Veri Grandi, capaci di lasciare un segno nella Storia.

Ringrazio di cuore Luca Magnani per avermi concesso di scrivere queste righe e di scattare delle fotografie della meravigliosa “vista mare”, mentre la foto iniziale è un dipinto di Nicola Simbari.

Non so se fosse una mia suggestione, ma quella domenica la presenza di ”Nannarella” alleggiava nell’aria…

Eduardo de Filippo ricorda Anna Magnani - 1979
Ultima modifica ilMercoledì, 26 Settembre 2018 22:26
(0 Voti)
Letto 410 volte

Lascia un commento

Assicurati di aver digitato tutte le informazioni richieste, evidenziate da un asterisco (*). Non è consentito codice HTML.